Corso online "Come collegare FileMaker e Webservices"

Se sei arrivato fino a questa pagina posso indovinare 2 cose:

  1. sei uno sviluppatore FileMaker;
  2. sei interessato a migliorare la qualità del tuo lavoro.

Non male per un Guru, eh?

Scherzi a parte, anche se può sembrare una banalità, queste due cose sono molto importanti; e ti spiego subito il perché.

Quando ho cominciato a sviluppare io non c’era l’esigenza di essere sempre connessi e il mondo dei personal computer era appunto “personal”.

I pochi possessori di un computer possedevano un personal computer, ovvero uno strumento che permetteva di lavorare all’utente singolarmente, con i propri dati.

Il massimo della connessione pensabile con il resto dell’universo era inviare una mail ???? e poche persone avevano un indirizzo di posta elettronica.

Preistoria!

Sono passati 30 anni (anche un paio in più) è l’universo informatico è decisamente cambiato, legandosi a doppio filo alla vita quotidiana (dall’antifurto della macchina alla domotica).

Molti dei servizi, molti dei prodotti e la maggior parte dei dati viaggiano on line, sul cloud ☁, su dei servizi proposti o su dei prodotti disponibili solo in rete.

Non ti sto raccontando nulla di nuovo: se fino a qualche anno fa per comprare un libro si andava in libreria oggi invece ci sono dei portali online che ti permettono di averlo a casa tua con un minimo sforzo e in condizioni migliori che in una vera libreria (hai presente Amazon, Ibs e compagnia?).

Ecco qui che entra in gioco il webservice, tecnologia che va a braccetto con FileMaker per interagire con il mondo esterno.

Ma cos’è un webservice?

In parole povere: è un’applicazione che espone servizi e risorse usando protocolli internet (ossia HTTP), senza far riferimento a specifici linguaggi di programmazione.

Riducendo ancora di più il discorso:

il client manda delle richieste.

Il web service riceve le richieste e invia le risposte.

In questo scenario anche FileMaker Server può essere considerato un client, dato che può azionare degli script ricorrenti che hanno lo scopo di interpellare un web service.

FileMaker Pro (e con lui il fratellino GO) non può rispondere autonomamente alle chiamate HTTP quindi può essere client, ma non server (a meno di non usare plugin ad hoc, ma questo è un altro discorso).

Esistono vari metodi per attingere ai dati, mentre in genere si utilizzano json e xml - in quanto linguaggi strutturati - per trasferire le informazioni.

Ma veniamo alla domanda che ti stai ponendo dall’inizio di questa pagina.

Perché devi assolutamente sapere come collegare FileMaker e i Webservices?

Ti rispondo subito, con 4 semplici punti:

1) i webservices sono utilizzati in molti contesti, dall’organizzazione multinazionale al servizio meteo gratuito

2) utilizzare un web service è spesso il modo più affidabile per interfacciarsi con realtà anche complesse

3) un webservice consente di avere la sicurezza che le informazioni vengano correttamente recepite e impiegate

4) utilizza protocolli e linguaggi standard e fruibili su tutte le piattaforme

Bene. A questo punto ti chiedo: tu quanto ne sai in fatto di web service e di come interrogarli tramite FileMaker?

Se la tua risposta è "Tantissimo", allora scrivimi subito tramite il form contatti perché sto cercando dei collaboratori in gamba che sappiano usare FileMaker per interrogare i Web service.

Altrimenti continua a leggere perché ho ancora qualcosa da dirti.

Hai mai dovuto collegare FileMaker ad un sito web?

Hai mai avuto bisogno di caricare dei prodotti di un tuo cliente su Amazon o Ebay?

Hai mai anche solamente pensato di visualizzare i risultati in tempo reale del campionato di calcio per il fantacalcio o le scommesse sportive?

Io sì e in tutti questi casi, saper mettere in comunicazione FileMaker e i Webservice è stata la mia arma segreta per attingere dati da applicazioni remote che stavano lì appositamente per farmi ricavare questi dati.

Non importa qual è il settore di applicazione: esistono web service di ogni tipologia.

Per questo abbiamo ideato il corso "Come collegare FileMaker e Web service".

So cosa ti stai chiedendo: "ma come può essermi utile seguire un corso che spiega passo passo come collegare FileMaker e i Webservice se sviluppo solo FileMaker?"

Un corso che spiega come collegare FileMaker e Webservice ti serve per capire qual è il metodo migliore per risolvere il puzzle che devi completare ogni volta che ti trovi ad interagire con un Web service.

E non ti salverai dal dover imparare un pizzico di XML, Json o PHP, ma alla fine del corso avrai aggiunto alle tue nozioni la flessibilità che serve per affrontare ogni web service perché cosa usare dipende dal web service e non da te.

Hai capito ora perché abbiamo ideato questo corso?

Non importa qual è il settore di applicazione: devi sapere come si collegano FileMaker e i WebService.

Fino al 23 luglio 2018 puoi acquistare il Corso Online FileMaker e i Webservices insieme alla diretta del corso online "Come usare FileMaker e JSON": clicca qui

Se vuoi essere avvisato quando tornerà in vendita compila il form qui sotto!