Sarà capitato anche a voi: un bel giorno spunta l’idea, la richiesta, la curiosità di sviluppare un database con Filemaker. Spinti dall’entusiasmo e dalla passione, ci lanciamo al computer a lavorare, magari per ore o addirittura per giorni. E poi, all’improvviso, ci accorgiamo che qualcosa non gira. La diagnosi? Semplice: il nostro database non è, come dicono gli esperti, ben strutturato.

La cosa vi suona familiare? Consolatevi: siete in buona compagnia! Proprio perché anch’io ho vissuto, all’inizio della mia esperienza con Filemaker, situazioni come quella sopra accennata, ho deciso di condividere il mio decalogo dei 10 errori più comuni per evitare di partire con il piede sbagliato.

Nella prima parte di questo articolo abbiamo visto i primi 5 dei dieci errori più comuni nella creazione di un database con FileMaker. In questa seconda parte ci occuperemo delle ultime 5 regole d'oro da tenere a mente in fase di progettazione.

Mi sia concessa una nota personale: i “consigli del buon padre di famiglia” che vado qui di seguito ad elencare non sono farina del mio sacco, ma arrivano dall’amico Pier che oggi non è più tra noi, al quale questo articolo è dedicato.

unnamed

Ma torniamo a noi:

6. Attenzione al tipo campo

Evita di usare il campo numero se non devi fare operazioni matematiche. Tieni a mente che campi quali CAP,  Telefono e Partita IVA, anche se sono composti da numeri, sono da impostare come campo testo (altrimenti si rischia di perdere lo zero iniziale, che in un campo numero non ha appunto alcun valore).

7. Verba volant scripta manent

Appunti e note relativi al funzionamento del tuo database sono fondamentali. Anche se all'inizio ti sembrerà di perdere tempo, cerca di aggiungere negli script i commenti ai campi. Il mio consiglio è di realizzare un formato “ad uso del programmatore” dove mettere pro-memoria, schemi e quant’altro sia significativo o necessario per future occasioni.

8. C’è un limite a tutto

Se prepari un database per conto terzi (amico o cliente) non aver timore di dire “no, questo non si può fare”. Sì, d’accordo, teoricamente un guru di Filemaker (un guru vero, come gli amici che tirano le fila di questo sito) riuscirebbe a far fare a Filemaker anche il caffè, ma non arrischiarti a tanto. Ricordati che dovrai non solo preparare e consegnare il prodotto, ma anche essere in grado di mantenerlo, garantirne la corretta funzionalità e ampliarne le funzioni nel tempo… per cui devi essere tu il vero padrone dei meccanismi del database.

9. Non esistono strade a senso unico!

Se non trovi la soluzione giusta per un determinato passaggio (ad esempio se non riesci a ricavare come desideri una serie di dati e/o rendiconti), non bloccarti ad analizzare il problema sempre dallo stesso punto di vista. Piuttosto, cambia prospettiva. Per tornare all'analogia del tema in classe, anche qui vale lo stesso principio: se mentre scrivi non riesci a concludere una frase perché ti manca la parola giusta, ribalta la frase e riscrivila: farai molta meno fatica piuttosto che aspettare che arrivi la parola perfetta. Tradotto in linguaggio FileMaker, ciò significa: se dal formato che visualizza la Tabella A non riesci a raggiungere la tabella B, ribalta il problema: crea un formato di tabella B con il quale vai a reperire le informazioni della tabella A.

10. Punta alla semplicità

Non fare l’errore di pensare che un database degno di questo nome debba essere denso di tabelle e relazioni complesse e articolate. Non è così: il tuo database sarà tanto più efficiente quanto più sarà semplice nel funzionamento. Non andare avanti nella costruzione del database come un rullo compressore, aggiungendo campi e relazioni ad ogni videata o calcolo che ti capita sottomano. Cerca piuttosto di impiegare quelli già utilizzati per altre funzioni o passaggi.

Conclusioni

Lo ribadisco: i punti sopra elencati non sono scolpiti nella pietra. Sono consigli nati nel tempo dopo diverse esperienze e molti errori. Mi auguro che possano esservi utili per poter lavorare al meglio con Filemaker - e perché no, anche per divertirvi!

Vi è mai capitato di buttare all'aria settimane di lavoro per un errore in fase di progettazione? Qual è la vostra golden rule nella programmazione di un database? Raccontaci la tua soluzione e condividi le tue idee con gli altri Guru: scopri la community Filemaker su Guru Corner!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here