Dopo l'exploit di una presentazione fuori programma dovuta a qualche incomprensione con mamma Apple, ecco arrivare la versione tanto attesa e desiderata di FileMaker 13. Come vedremo, si tratta di un .fmp12 del tutto nuovo. Altri colleghi in questa nuova collezione di rubriche dedicate al nostro database preferito approfondiranno gli aspetti tecnici, illustrando tutto quello che si può fare con la nuova versione. Con questo articolo parleremo invece dell'altra novità introdotta con l'ultima release: la politica economica di casa FileMaker, Inc.

La formula pay per use

L'economia è un aspetto rispetto al quale ciascuno di noi si pone in maniera personale. A partire dal 1993, le politiche che determinano i flussi dell'economia globale seguono ritmi propri, con ricadute a cascata su continenti e nazioni.

Nel 1995, il mercato dell'auto proponeva un nuovo modello di proprietà dei beni introducendo la modalità del pago per usare (abbasso gli inglesismi!). Anche per comprare casa siamo passati dai mutui di 15 anni a mutui di 35. In Svizzera per acquistare una casa puoi decidere di pagare prevalentemente gli interessi e non il capitale,  o di comprare una macchina con "sole" 84 rate mensili. Nel 2003 un mio cliente piuttosto importante acquistò il nuovo server IBM AS400 con l'opzione di potere avere capacità di calcolo regolabile su richiesta, pagandone il tempo d'impiego.

Questa strategia economica vecchia di oltre vent'anni è ora estremamente attuale e pronta a portata di click. FileMaker in questo è un esempio evidente, e ripropone questo meccanismo in maniera molto meno timida rispetto al lancio della versione 11, proposto con formula di noleggio pay per use. Queste scelte, anche radicali, sono finalizzate a rendere più solido e vincolante il rapporto tra produttore e utente finale, a prescindere dal tipo di servizio. E' di pochi mesi fa la proposta dell'americana Tesla di poter vendere le proprie auto elettriche tramite canale diretto, alla stregua di un Apple Store.

Il listino FileMaker

Nella prima e-mail di presentazione del prodotto, FileMaker, Inc. ha presentato i soli prezzi del noleggio senza includere quelli di vendita. Questi risultano comunque disponibili e retrocompatibili in termini di valore, eccezion fatta per il discorso FileMaker Server, uno dei poli catalizzatori del cambiamento.

Addio, Filemaker Server Advanced. La differenza non è più tra versione standard e advanced, ma si pone sulla base di autorizzazione (acquisto) di licenze di connessione FileMaker WebDirect.

FileMaker WebDirect, a cui i miei colleghi hanno dedicato un approfondimento, non si limita ad autorizzare l'accesso tramite la pubblicazione web, alias la vecchia Pubblicazione Web Immediata. WebDirect infatti, e questa è la vera nota dolente, autorizza l'accesso diretto di FileMaker GO. Già, proprio così. Se vuoi condividere in tempo reale i dati del tuo server su web con iPad e iPhone è necessario acquistare le licenze (5 utenti FM WebDirect: € 900,00), oppure sottoscrivere un noleggio (5 utenti:  € 300,00/anno).

Apriamo il file PDF del listino pubblicato da FileMaker, Inc. A conferma di quanto detto sopra, la prima sezione è dedicata proprio ai contratti AVLA, quelli destinati al noleggio, al paga per usare per intenderci. Perchè quelle facce stupite? L'Italia è il mercato con il maggiore numero di smartphone di fascia alta in Europa, distribuiti prevalentemente con contratti da 30 mesi. Noi che pensiamo di essere sempre indietro rispetto al resto del mondo ci scopriamo in realtà estremamente in linea con le tendenze di mercato.

I vantaggi in termini economici

Ad ogni modo l'innovazione anche in termini economici c'è, ed è notevole. Tra i miei clienti ho un gruppo di lavoro con circa 30 iPad con il catalogo commerciale aziendale, sempre in giro per il mondo. Ho voluto guardare le statistiche di connessione sul server del cliente al quale si collegano per sincronizzare le loro attività: non siamo mai arrivati oltre i 5 concorrenti.

Ovviamente, potranno esserci mille altre situazioni in cui la connessione di apparati mobili può essere persistente.  Ma quanto sarebbe costato realizzare uno strumento software altrettanto bello e velocemente implementabile su uno altro prodotto di mobility? Tra le novità di Filemaker 13 c'è la gestione di lettura dei barcode integrata. Beh, pensateci un attimo. Quanto costerebbe invece un apparato tradizionale, o anche l'attuale soluzione del lettore bluetooth di barcode compatibile con iPad e iPhone?

Insomma: benvenuto Filemaker 13. Sempre più potente e flessibile, anche in termini economici.

2 Commenti

  1. scusa, non ho capito bene: vorrebbe dire che se aggiorno a fmserver 13 NON posso più usare gratuitamente filemakerGO? Oppure ho capito male e si tratta solo del caso di collegamente non via wi-fi?

    • Purtroppo hai capito bene : /
      FMServer 13 viene fornito con UNA connessione gratuita a WebDirect o FileMaker GO. Al momento è possibile acquistare pacchetti da 5 connessioni WB o GO! a 900 euro, oppure noleggiarle mensilmente.

      .g.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here