Tra i punti di forza del nostro amato FileMaker c’è la capacità di comunicare con il mondo esterno in modo estremamente efficiente. FileMaker infatti ci permette di importare con facilità dati contenuti in file di diverso tipo, di esportare il contenuto di record e tabelle in file che possono essere condivisi con soggetti terzi, o infine di visualizzare e modificare, come se fossero propri, i dati presenti su altre piattaforme.

FileMaker: importazione dei dati da un singolo file

Per importare i dati possiamo utilizzare l'apposito comando Importa record  presente nel menù File, disponibile anche come istruzione di script. Il comando permette di importare dati da un singolo file, oppure testi o immagini presenti in una determinata cartella.

Iniziamo con l'importazione dei dati da un singolo file. Partiamo dal classico esempio del database che contiene una rubrica (tabella) contenente n contatti (record), ognuno dei quali composto da Cognome, Nome, Via, Indirizzo, Città, Provincia, Cellulare, E-mail (campi).

Ipotizziamo di voler importare dei nuovi contatti nel nostro database rubrica, d’ora in avanti Destinazione. La prima domanda da farsi è: da dove arrivano questi nuovi contatti? In altri termini: in che formato file sono i record che vogliamo importare?

Porsi questa domanda è essenziale, perché FileMaker ci offre una determinata gamma di formati con cui è possibile interagire, ovvero:

  • Tabelle FileMaker
  • File Bento (.bentodb)
  • Formato Merge (.mer)
  • Formato Excel (.xls o .xlsx)
  • Formato testo separato da tabulazioni (.tab o .txt)
  • Formato testo separato da virgole (.csv o .txt)
  • Formato XML (.xml)
  • Formato dBase (.DBF)

Ne consegue che se il file da cui vogliamo acquisire i contatti (d’ora in avanti: Origine) non coincide con uno dei formati sopra riportati, dovremo convertire l’origine in un formato tra quelli compatibili. Ad esempio, possiamo convertire il .txt separato da”;” in file .xls.

Per tutti i formati, ad eccezione dell' XML, è presente una procedura guidata di importazione che prenderemo in esame più avanti. Importare direttamente dei dati in XML, sia da file che come risultato di una richiesta http, richiede invece l'utilizzo di un foglio di stile XSLT, oppure di un parsing avanzato dei dati. Data la vastità dell'argomento, questo esula dal presente articolo: un primo approfondimento può essere consultato direttamente online nella sezione della Guida FileMaker Pro ufficiale.

Nei prossimi articoli ci occuperemo in dettaglio delle procedure di importazione dati in FileMaker, a partire da un formato Excel o da file in formato di testo.

Hai trovato un modo semplice ed efficace di esportare i dati in FileMaker? Condividi le tue idee con i nostri Guru: entra anche tu nella community Guru Corner!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here